QUELLA GRAN LUCE SULLA VIA DI DAMASCO

Klaus Kinski – Schizofrenia paranoide

Albert Einstein – Sindrome di Asperger

Hermann Hesse –  nevrosi e depressione

Michelangelo – sindrome di Asperger

Torquato Tasso – manie di persecuzione

John Nash – schizofrenia paranoide

Vincent Vangogh – Schizofrenia

Per leggere il libro cliccare qui

quella gran luce sulla via di damasco

“Quella gran luce sulla via di Damasco” è un romanzo ispirato alla vita dell’autore, con aggiunte di pura fantasia. E’ presentato e reso disponibile interamente e gratuitamente su Internet. E’ una storia che documenta l’origine di una famiglia del sud Italia con ricordi così lucidi e precisi – perfino per quel che riguarda la vita infantile dei genitori – che hanno dell’inquietante. Questa conoscenza gli è stata tramandata oralmente principalmente dal padre. Spicca la descrizione della genesi del proprio carattere: preciso, metodico, perfezionista potremmo infine definire svagodeficiente ma col sogno di riscattare per se stesso una vita normale. La lucidità di questa autoanalisi crea un’atmosfera sinistra dove l’autore si diverte a creare suspense e sorpresa, in relazione a cose incredibili ma realmente accadute. Si racconta un dramma terribile e misterioso: Ettore si ammala a 22 anni, con diagnosi clinica Schizofrenia paranoide”. Ettore capirà un giorno che la normalità non esiste come condizione ma solo come metodo e filosofia di vita. Ettore per fortuna beneficia di lunghi periodi di benessere ed è convinto di poter spiegare da un punto di vista che non andrebbe ignorato come ci si incammina in questo abisso e come se ne possa uscire. Si apprenderà che questa risalita dall’abisso della psicosi coincide con una progressiva ricostruzione del proprio carattere. Accidentalmente tutto questo coesiste con numerose vicende sentimentali dolorose, dopo delle quali riuscirà ad innamorarsi sul serio e con un cuore rinnovato e più umano che mai. Finalmente Ettore perderà le sembianze di una macchina e acquisterà quelle di un uomo, perchè “anche se all’orizzonte c’è un vulcano che minaccia la nostra vita, con un po’ di forza e immaginazione si può intravedere sempre un’ alba”. Cosa è determinante per la guarigione? Lafilosofia? La religione? La psicoanalisi? Lasciatevelo raccontare…